Le Catene Lineari e le 5 Bilance

//Le Catene Lineari e le 5 Bilance
Le Catene Lineari e le 5 Bilance 2018-10-13T10:32:33+00:00

le Catene Lineari e le 5 Bilance

 

Giuseppe Calligaris scoprì che l’uomo ha 10 Catene Lineari che sono connesse al Corpo e alle Emozioni, dimostrando in modo scientifico e riproducibile, lo stretto collegamento da psiche e soma (PsicoSomatica), e che la pelle facesse da ponte tra questi.

Ogni organo e sentimenti sono collegati ad una Catena Lineare Primaria (nella figura della mano sono visibili in quanto assiali centrali di ogni dito o interdigitale), porzioni di ogni organo e campo applicativo ricettivo degli stati d’animo invece, sono collegati alle 8 Catene Lineari Secondarie (nella figura della mano sono visibili 4 secondarie sia a lato destro che sinistro di ogni primaria), questa mappatura permette di testare lo stato energetico (fisico ed emotivo) di ogni essere umano, ed attraverso il riequilibrio energetico, che avviene grazie alla stimolazione delle complementare antagoniste (di quelle linee nell’altro piatto della bilancia esempio se si rileva iperestesia in odio si stimola la complementare amore), si riporta il sistema energetico ad un livello funzionale… maggiori informazioni nella sessione successiva Bilanciamento.

 

Le 10 Catene Lineari connesse al corpo fisico ed alle emozioni sono:

Organi / Sentimenti

1: Celebro Spinale / Dissociazione Mentale (estroversione)

2: Intestino / Amore (amorevolezza)

3: Stomaco / Oblio (memoria inconscia)

4: Vescica (uro genitale) / Memoria (memoria conscia)

5: Fegato / Odio (rabbia -ira)

6: Neurovegetativo / Associazione Mentale (introspezione)

7: Milza / Dolore (resitenza al dolore)

8: Pancreas / Piacere (capacità di apprezzamento)

9: Polmoni / Sonno Calma

10: Cuore / Emozione

 

Ognuna di esse e collegata dal lato palmo agli organi, dal lato dorso ai sentimenti, da ricordare che Giuseppe Calligaris alla fine del 1800 spiegava del collegamento tra Organi e Sentimenti (psicosomatica), e di come essi fossero energicamente stimolabili attraverso la pelle, fu proprio lui a scoprire la triplice corrispondenza.

Se stimolate correttamente, le catene lineari danno la possibilità di accedere alle memorie ed ai ricordi, archiviati nel nostro inconscio, e grazie al trattamento di Dermoriflessologia® possiamo sostenere il processo di elaborazione di traumi emozionali per riportare equilibrio in ognuno di noi.

Durante la sessione individuale infatti, possono emergere tali ricordi ricchi di dettagli, anche di alcuni particolari che a livello cosciente non vennero notati, ricostruendo per intero la memoria connessa al trauma per andare a comprenderla, liberandone così le energie che erano bloccate dal quell’evento.

Lavorando in antagonismo, si lavora sempre in donazione di energia, sostenendo il processo di auto-guarigione grazie al bilanciamento.